Analisi tattica La giocata

Non concedete palle inattive alla Roma

Una delle chiavi della buona stagione della Roma di José Mourinho è data dalla capacità della compagine giallorossa nel segnare su azione da calcio piazzato (escludendo i rigori). Sono infatti ad oggi 9 le reti ascritte ai romanisti derivanti da queste situazioni: si tratta del miglior dato del campionato dopo le 10 di Napoli, Inter e Juventus.

Se andiamo a vedere il dato degli expected goals generati in queste circostanze, quello della Roma risulta il migliore della massima serie con 8.89 xG (davanti all’8.57 della Juve e all’8.41 dell’Inter). A questi numeri va aggiunto il rigore trasformato da Paulo Dybala a Lecce, nato da un fallo di mano del leccese Gabriel Strefezza sempre su azione di corner per la Roma.

Anche volendo escludere dal novero delle reti effettivamente realizzate da palla inattiva quella dell’andata contro lo stesso Lecce (perché arrivata diversi secondi dopo la battuta dell’angolo e su un altro cross) il numero di gol realizzati e la quantità degli xG prodotti restano buoni, a certificare l’importanza di queste giocate nell’economia offensiva di una squadra che vanta il secondo dato per xG totali prodotti in campionato (38.69 secondo Soccerment).

Come vengono organizzate dai romanisti queste situazioni? In generale la Roma, disponendo di ottimi saltatori (i vari Smelling, Mancini, Abraham e Ibañez, ai quali aggiungere Bryan Cristante e Nemanja Matić) cerca di isolarli in situazione di uno contro uno con gli avversari, per sfruttare questo vantaggio nel gioco aereo.

I saltatori sono cinque e attaccano ognuno una zona compresa fra gli ultimi undici metri e la porta difesa dal portiere avversario.

Contro squadre che adottano un castello difensivo a zona a protezione o che comunque portano tutti i difendenti all’interno della propria area ecco che la Roma può aggiungere un sesto uomo, un ulteriore saltatore al quale dover prestare attenzione.

Contro difese miste zona/uomo questa strategia può ingenerare confusione. Nel video seguente  (montato con VideoMatch di Sics) vediamo ad esempio vediamo Samuele Birindelli del Monza segnalare ai compagni la presenza di un attaccante in più in area (Dybala), anche se poi non è l’argentino il destinatario del corner.

A difesa di eventuali transizioni viene utilizzato un triangolo di elementi che si collocano al di fuori dell’area di rigore.

Se la squadra rivale lascia un elemento in avanti come potenziale punto d’appoggio per il contropiede, la Roma può aggiungere un difendente, come si vede nel video seguente dove, contro una Juve che lascia in avanti Ángel Di María, la squadra di Mourinho risponde con un difendente in più (rispetto ai consueti tre) in marcatura preventiva.

Le stesse situazioni vengono replicate sulle punizioni esterne. Nel video seguente vediamo ad esempio le reti realizzate da Ibañez e Abraham durante la partita contro il Milan, recuperata nel finale dopo il doppio svantaggio grazie a due soluzioni simili su calcio d’angolo e palla laterale.

È chiaro che per capitalizzare queste occasioni sia necessario disporre di giocatori validi in sede di battuta. E la Roma può contare su due specialisti nel mettere palloni precisi in area in Dybala e Lorenzo Pellegrini.

Per una squadra come la Roma, che fa fatica a capitalizzare le occasioni create sul gioco aperto (21.87 xG prodotti a fronte di solo 16 reti effettive secondo il modello Opta), questo tipo di soluzioni rappresentano più di una ulteriore possibilità per segnare. Le palle inattive in questo contesto assumono infatti le funzioni di un attaccante aggiunto sui cui gol Mourinho può contare per sopperire alla mancanza di precisione sotto porta di alcuni suoi elementi con palla in movimento.

Sostieni La Gabbia

La Gabbia è un progetto senza editori alle spalle. Nonostante ciò continua la sua opera divulgativa offrendo contenuti gratuiti per tutti. Se vuoi sostenerne l’impegno e aiutare a sopportare i costi di mantenimento del sito, puoi farlo tramite PayPal.

2,00 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: