Al di là della partita La mossa tattica

Il pressing di Haise

Anno nuovo e primi upset, il più roboante dei quali è probabilmente quello che si è verificato allo stadio Bollaert-Delelis dove il Lens di Franck Haise ha battuto il Psg (3-1), alla sua prima sconfitta stagionale.

Nonostante questo risultato gli uomini di Christophe Galtier mantengono la vetta della Ligue 1 (44 conquistati in 17 partite), ma vedono il loro vantaggio ridursi a sole quattro lunghezze sulla seconda in classifica, vale a dire proprio il Lens, giunto alla nona vittoria sulle nove partite disputate in casa finora in questo campionato.

Senza lo squalificato Neymar, con Lionel Messi ancora in vacanza post mondiale e con Vitinha e Pablo Sarabia partiti dalla panchina, i parigini hanno fatto fatica a superare il pressing esercitato dai sang et or.

E proprio la pressione portata dagli uomini di Haise è stata la chiave tattica che ha deciso il match in favore dei padroni di casa. Come riconosciuto nel dopo partita, il tecnico originario della Normandia aveva preparato la partita sulle uscite da dietro del Psg, impostando la squadra in modo tale da andare a contrastare la prima costruzione avversaria.

‹‹Contro il Psg bisogna essere capaci di uscire sotto pressione, di agire contro un rombo di centrocampo, di essere sicuri del pressing e del contropressing. Bisogna anche poter verticalizzare››.

A tal proposito è interessante sottolineare il lavoro svolto dal Lens in occasione della terza rete, scaturita da un gegenpressing efficace portata con molti uomini. La clip qui di seguito, montata con VideoMatch di Sics ,mostra appunto il lavoro svolto dagli uomini di Haise sul gol di Claude-Maurice.

Con il solo Verratti presente fra i titolari del centrocampo, la mediana parigina ha fatto fatica a gestire il ritmo imposto da Seko Fofana e compagni.

Ma i campioni di Francia sono stati in difficoltà anche quando il pallone era in possesso del Lens, soprattutto nella zona dove operavano Fofana e Massadio Haïdara.

In pratica Haise ha utilizzato l’ampiezza garantita dai due a sinistra e dal polacco Przemysław Frankowski a destra per attaccare ai lati il Psg, negli spazi lasciati aperti dal 4-3-1-2 della squadra di Galtier.

In generale, almeno in Ligue 1, le difficoltà difensive dei parigini nei canali laterali vengono minimizzate dall’alto possesso prodotto dalla squadra della capitale. Il Lens però è riuscito a contrastare questo possesso registrando alla fine un dato del 40%, trovando così il modo di esporre le problematiche che i tre centrocampisti della formazione di Galtier hanno nel coprire l’ampiezza.

Sarà interessante vedere se anche il Bayern Monaco, prossimo avversario del Psg negli ottavi di Champions League, utilizzerà la stessa strategia impostata da Haise. Con Mbappé che spesso si disconnette in fase difensiva e con un Messi al quale non si può chiedere molto senza palla, toccherà probabilmente a Neymar doversi sobbarcare una buona dose di lavoro sotto palla quando saranno i tedeschi ad attaccare.

2017-05-09-11-33-27-900x600-1

Sostieni La Gabbia

La Gabbia è un progetto senza editori alle spalle. Nonostante ciò continua la sua opera divulgativa offrendo contenuti gratuiti per tutti. Se vuoi sostenerne l’impegno e aiutare a sopportare i costi di mantenimento del sito, puoi farlo tramite PayPal

2,00 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: